Intel Rocket Lake: ecco i bellissimi scatti ad alta risoluzione dopo il "delid"

INFORMAZIONI SCHEDA
di

A distanza di poco più di due mesi dalla presentazione ufficiale dei nuovi processori Intel Rocket Lake con architettura Cypress Cove a 14 nanometri, finalmente scopriamo cosa si cela sotto l'heatspreader.

Grazie al "sacrificio" compiuto da Fritzchens Fritz, utente noto per la sua particolare tipologia di scatti, ora l'Intel Core i5-11400 non ha davvero più segreti.

Le bellissime foto ad alta risoluzione sono state scattate dopo aver effettuato l'operazione di delid della CPU. Questa pratica, della quale abbiamo già parlato qualche tempo fa, consiste nella rimozione della superficie metallica del processore per consentire una dissipazione diretta del die della CPU oppure per cambiare l'interfaccia termoconduttiva applicata di fabbrica, con soluzioni ritenute migliori o più performanti, come ad esempio il metallo liquido.

In questo caso, l'obiettivo era quello di ottenere dei benchmark senza alcun tipo di dissipazione. Per superare la fase di boot, si è reso necessario inserire uno spaziatore di rame, poi rimosso una volta avviato il Sistema Operativo e raggiunto lo stato idle. A questo punto è stato applicato un limite alle frequenze di clock a 800 MHz e al TDP, per poi effettuare dei test su Cinebench R15.

La parte più interessante, d'accordo con la fonte, è senza dubbio il bellissimo video che ci mostra l'applicazione dei carichi di lavoro sui diversi Core e le loro variazioni di temperatura. Insieme, ovviamente, agli splendidi scatti ad alta risoluzione.

FONTE: WCCFTECH
Quanto è interessante?
2
Intel Rocket Lake: ecco i bellissimi scatti ad alta risoluzione dopo il 'delid'