di

Se Pat Gelsinger, CEO di Intel sulla crisi dei semiconduttori era stato a dir poco lapidario, sappiamo anche quanto la compagnia stia lavorando duramente per aumentare la propria gittata per rispondere alla crescente domanda del mercato.

Infatti, oltre alle risorse nell'adeguamento e potenziamento dei suoi stabilimenti e in ricerca e sviluppo, che hanno portato al lancio di Intel Alder Lake - la prima rivoluzionaria generazione di processori desktop con architettura ibrida - Intel ha anche investito ingenti capitali nella costruzione di nuovi impianti di produzione, alcuni anche in Europa,

La notizia del giorno parla proprio di uno di questi, che taglia il 19 gennaio 2022 un traguardo memorabile. Lo stabilimento irlandese di Leixlip, conosciuto anche come "Fab 34", ha infatti piazzato la prima pietra miliare nella sua storia personale, con l'arrivo del primo macchinario industriale per il chipmaking, arrivato direttamente dall'impianto situato in Oregon.

Questo strumento litografico si inserisce all'interno della linea produttiva EUV e avrà lo scopo di rivestire i wafer prima della loro esposizione allo scanner UV, per poi processarli ulteriormente con delle cotture di precisione, sviluppo fotografico e infine risciacquo.

Intel ha posto le basi per il nuovo sito Fab 34 nel 2019, con una roadmap che prevede la piena operatività per il 2023. Stando ai progetti del team blu, al suo interno verranno prodotti chip con il nuovo processo produttivo Intel 4.

Quanto è interessante?
2
IntelIntelIntel