Intel svelerà chip ASIC per il mining di criptovalute il 23 febbraio 2022

Intel svelerà chip ASIC per il mining di criptovalute il 23 febbraio 2022
di

Intel sembra prossima a entrare nel business dell'hardware per l'estrazione di Bitcoin, ma non con GPU dedicate come la AMD BC-160 attesa sul mercato ancora dal 2021. La società guidata da Pat Gelsinger a breve presenterà un processore “ASIC per il mining di Bitcoin a bassissima tensione e alta efficienza energetica”.

Questo importante annuncio avverrà nel contesto della conferenza ISSCC 2022 o International Solid-State Circuits Conference, incontro annuale dove Intel troverà uno spazio per l’esattezza il 23 febbraio 2022, come da programma ufficiale diffuso online. In un’occasione intitolata “Bonanza Mine”, il produttore statunitense svelerà il suo primo chip dedicato al mining di criptovalute, ergo in grado di soddisfare quel preciso carico di lavoro mantenendo prestazioni elevate senza avere un impatto negativo in termini di efficienza energetica.

Con l’aumento della domanda sul mercato di CPU e/o GPU operative nel mining crypto e la conseguente carenza di componenti per gli amanti del gaming – o la loro rivendita a prezzi esagerati -, questa mossa da parte di Intel viene quasi naturale e farà sì che l’azienda entri nel segmento ove ora dominano altri produttori di ASIC come Bitmain e MicroBT. Al momento mancano ancora dettagli in merito a questo nuovo dispositivo targato Intel; dunque, non ci resta che aspettare pazientemente la detta presentazione durante la ISSCC 2022 per sapere tutti i dati ufficiali.

Nel mentre, il CEO di Intel ha rilasciato dichiarazioni pungenti sulla rivale AMD.

FONTE: CoinDesk
Quanto è interessante?
1