Intel potrebbe tagliare i prezzi dei processori per rispondere ad AMD

Intel potrebbe tagliare i prezzi dei processori per rispondere ad AMD
di

Secondo un nuovo rapporto di DigiTimes, Intel starebbe per preparare la risposta agli AMD Ryzen 3000 annunciati dalla società californiana durante il Computex di Taipei. Il popolare giornale asiatico riferisce che la società di Santa Clara avrebbe intenzione di tagliare del 10-15% i prezzi dei processori desktop.

La notizia proviene da fonti vicine alla catena produttiva taiwanese, secondo cui Intel avrebbe già informato i partner produttivi attivi nel segmento dei PC e delle schede madri.

Le riduzioni, come dicevamo poco sopra, potrebbero essere del 15% per i processori desktop di ottava e nona generazione. Al momento non sono disponibili informazioni precise sugli eventuali nuovi prezzi, ma facendo due calcoli si parla di un taglio di 75 Dollari sull'i-9900K che oggi costa 500 Dollari.

Intel, interpellata dai colleghi di PCPer, che ha riportato l'indiscrezione del DigiTimes, ha affermato che la politica dell'azienda non prevede commenti ad indiscrezioni o speculazioni.

Nel momento in cui stiamo scrivendo, Amazon Italia vende l'Intel Core i9-9900K a 480 Euro, che in caso di taglio del 15% potrebbe essere acquistato a soli 408 Euro.

Secondo i dati diffusi da AMD alla fiera taiwanese, i nuovi AMD Ryzen 3000 sarebbero più veloci del 15% rispetto agli attuali modelli, un salto notevole rispetto a quello fatto tra la prima e seconda generazione.

FONTE: pcper
Quanto è interessante?
5