Questa intelligenza artificiale genera ipotesi a cui gli umani non avevano mai pensato

Questa intelligenza artificiale genera ipotesi a cui gli umani non avevano mai pensato
di

Stiamo vedendo una diffusione a macchia d'olio dei veicoli elettrici ma c'è, tuttavia, un problema: le case automobilistiche stanno esaurendo i materiali per fabbricare le batterie. Il nichel, infatti, potrebbe causare carenze di approvvigionamento già alla fine di quest'anno. Cosa fare? L'intelligenza artificiale ha la risposta.

Affidandosi all'IA, degli scienziati dell'Università di Liverpool in Inghilterra hanno fatto esaminare 300 sostanze chimiche a un algoritmo; quest'ultimo è riuscito a trovate quattro nuovi materiali che potrebbero aiutare gli esperti nella creazione di nuove batterie per i veicoli elettrici in futuro (proprio per questo motivo secondo un ex dirigente Google si sta creando Dio).

Gli scienziati, quindi, hanno risparmiato mesi e mesi di test e prove. "È un ottimo strumento", afferma Andrij Vasylenko, ricercatore associato presso l'Università di Liverpool e coautore dello studio sulla ricerca di materiali per batterie, pubblicato su Nature Communications, riferendosi all'intelligenza artificiale (anche questi software falliscono, come l'IA etica diventata razzista).

Ovviamente, così come è facile immaginare, l'IA ha un potenziale davvero incredibile è potrà essere utilizzata in tantissimi ambiti: Renato Renner, fisico dell'Istituto di fisica teorica di Zurigo, spera un giorno di utilizzare l'apprendimento automatico per sviluppare una teoria unificata del funzionamento dell'Universo.

Insomma, sembra essere assodato che nella ricerca futura (e attuale) gli scienziati utilizzeranno sempre di più le reti neurali e l'apprendimento automatico. Questa scoperte sono solo l'inizio!

Quanto è interessante?
4