Intelligenza artificiale presenta una mostra dei suoi inquietanti autoritratti

Intelligenza artificiale presenta una mostra dei suoi inquietanti autoritratti
di

Per qualcuno, l'arte è un argomento esclusivamente umano, ma nel frattempo un'androide chiamata Ai-Da sta per presentare la sua seconda mostra a Londra. I soggetti della mostra: inquietanti autoritratti dell'IA.

Chi è Ai-Da? Si tratta di un'androide a grandezza naturale azionato da un'intelligenza artificiale che le permette di parlare, gesticolare e persino battere le ciglia. Ha un'aspetto femminile, una voce femminile e può dipingere e scolpire. Non ha un'aspetto troppo umanoide, viste le sue braccia robotiche, ma il viso è molto naturale.

Ai-Da è stata progettata da un team di esperti di robotica, programmatori, esperti d'arte e psicologi dell'Università di Oxford e dell'Università di Leeds, sono stati necessari ben due anni per la sua creazione. Il nome è un tributo ad Ada Lovelace, una matematica inglese considerata una delle pioniere della programmazione.

La prima mostra d'arte di Ai-Da ha raccolto ben 1 milione di dollari grazie ai suoi dipinti astratti basati tuttavia su complessi modelli matematici. Adesso saranno messi in mostra quelli che sono i primi autoritratti dell'androide, di cui ne sono già stati esposti 3 in 18 maggio di quest'anno al Design Museum di Londra.

A The Guardian, Aidan Meller - creatore dell'androide - ha detto: "Queste immagini hanno lo scopo di sconvolgere, di sollevare domande su dove stiamo andando come genere umano. Qual è il nostro ruolo umano se possiamo così facilmente replicarlo con l'utilizzo della tecnologia?" In effetti, sembra che gli androidi cerchino sempre più di imitarci, come il robot che ha imparato a camminare come un bambino.

Gli "occhi" di Ai-Da sono delle telecamere che consentono all'androide di vedere ciò che dipingerà o scolpirà. Le braccia sono controllate dall'IA, la quale ha incamerato tecniche moderne e antiche di colori e pratiche varie. Nel complesso, l'androide è una combinazione tra programmazione, robotica avanzata e intelligenza artificiale, ovviamente, continuamente aggiornata.

In ogni caso, come nel caso dell'IA Microsoft che crea caricature, Ai-Da non è in alcun modo autocosciente e non prova emozioni. Ciò che ha creato fin ora non è che il desiderio dei suoi creatori.

Quanto è interessante?
1
Intelligenza artificialeIntelligenza artificialeIntelligenza artificialeIntelligenza artificiale