L'intelligenza artificiale sarà utilizzata per decifrare il pianto dei bambini

L'intelligenza artificiale sarà utilizzata per decifrare il pianto dei bambini
di

I neogenitori si troveranno sicuramente spiazzati la prima volta che sentiranno il pianto dei loro pargoli. A dirla tutta, capire le motivazioni delle loro grida non è effettivamente semplice... per questo la ricerca sta cercando di dare una mano a tutti coloro che si trovano impreparati di fronte a un tale scenario. In che modo? Con l'IA.

"Ogni volta che un bambino piange, chiede qualcosa", ha affermato Roberto Iannone, CEO di Zoundream. L'idea dell'azienda nasce dal principio che "i bambini piangono più o meno allo stesso modo per gli stessi bisogni", ha dichiarato Iannone di Zoundream, startup svizzera e con sede attualmente a Barcellona (a proposito, sapete che l'IA potrebbe essere leggermente consapevole?).

Ovviamente questo dispositivo non andrà a sostituire i genitori - ci tiene a sottolineare il CEO della startup - ma offrirà un aiuto sostanziale ai papà e alle mamme. Zoundream ha utilizzato un software di apprendimento automatico per analizzare migliaia di ore di pianti di bambini di ogni paese sulla Terra. Successivamente gli esperti hanno classificato queste grida in quattro diverse categorie: fame, dolore, gas e voglia di coccole.

Il prossimo passo per Zoundream sarà quello di portare la sua tecnologia sul mercato; cosa che mirano a fare entro l'estate di quest'anno. L'azienda fornirà i propri dispositivi a terzi in Europa e in Asia attraverso partnership già consolidate. Insomma, sicuramente un dispositivo molto interessante che aiuterà tutti i genitori a capire il pianto del figlio.

Cosa ne pensate di questa idea? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti! A proposito, recentemente l'intelligenza artificiale ha creato volti umani più realistici di quelli veri?

Quanto è interessante?
1