Internet è pieno di disinformazione quando si parla di ragni

Internet è pieno di disinformazione quando si parla di ragni
di

I ragni sono delle creature molto utili (e in casa non si dovrebbero uccidere), ma molte volte le persone sono davvero prevenute quando si parla di loro. Internet, infatti, sembra essere un luogo pieno di disinformazione nei confronti degli aracnidi, così come ha recentemente sostenuto Stefano Mammola del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

"Le informazioni relative ai ragni nella stampa fluiscono attraverso una rete globale altamente interconnessa e la diffusione della disinformazione è guidata da un numero limitato di fattori chiave, il tono sensazionalistico di un articolo è particolarmente importante", ha affermato l'esperto.

In un articolo pubblicato recentemente sulla rivista Current Biology, Stefano e colleghi hanno esaminato numerosi articoli di 81 paesi differenti alla ricerca di disinformazione e cattive informazioni su queste creature. "Abbiamo scoperto che il livello di sensazionalismo e disinformazione diminuisce quando un esperto di ragni, piuttosto che un medico o un altro professionista, viene consultato dai giornalisti che scrivono", spiega Mammola.

Si tratta, in fin dei conti, di una buona notizia perché dimostra che effettivamente un modo per combattere questo tipo di disinformazione esiste. Gli autori dello studio hanno in programma di creare un database globale di aracnologi disposti a parlare con i giornalisti e stanno lavorando perfino a una serie di linee guida per "gli addetti ai lavori" che trattano storie sui ragni.

Con più di 50.000 esemplari esistenti, un po' di conoscenza in più sugli aracnidi sicuramente non guasterebbe.

FONTE: futurity
Quanto è interessante?
2