Ecco l'inusuale strategia di caccia del pesce balestra

Ecco l'inusuale strategia di caccia del pesce balestra
di

Osservato un metodo di caccia molto particolare da parte di un pesce balestra che si spiaggia pur di riuscire ad afferrare la sua preda e portarla in acque più alte.

I metodi di caccia, in natura, possono essere estremamente diversi e, alcuni, persino creativi sotto certi aspetti. Pensiamo, ad esempio, a quei piccoli pesci che, per catturare gli insetti in volo sul pelo dell’acqua, gli spruzzano dell’acqua dalla bocca per poi divorarli. Tuttavia, alcuni pesci, denominati pesci balestra, per cacciare fanno qualcosa di veramente estremo ed incredibilmente pericoloso: si lanciano con tutto il corpo fuori dall'acqua, sulla battigia, in pratica si spiaggiano pur di riuscire ad afferrare la preda e mangiarla in tranquillità in acque più profonde. I pesci balestra sono animali lunghi 75 cm e sono estremamente veloci e aggressivi tanto che, spesso e volentieri, attaccano senza paura ignari subacquei che, a loro insaputa, si sono avvicinati troppo alle uova di questi pesci. Gli studiosi si sono imbattuti nella particolare strategia di caccia di questi pesci per puro caso mentre, cioè, stavano facendo altri studi su delle tartarughe che vivono su un’isola del Mar Rosso.

Lo studio di questo metodo di caccia è stato pubblicato sulla rivista Fish Biology da parti di scienziati appartenenti alla King Abdullah University of Science & Technology e, come ci dicono gli scienziati, il gettarsi contro la battigia e l’acqua bassa per catturare la preda è estremamente rischioso per questi animali che non riescono a respirare fuori dall'acqua. D’altro canto i granchi fantasma, di cui i pesci balestra vanno ghiotti, si trovano spesso e volentieri sulla battigia mentre divorano le alghe che si trovano attaccate sugli scogli. Ecco quindi che quando un pesce balestra individua la sua preda sulla battigia rimane ad osservarla per qualche secondo, poi, quando è in posizione, si getta con tutto il corpo sull'ignaro granchio spiaggiandosi sull'acqua bassa e, se è riuscito ad afferrare la preda, ritorna in acque più profonde per mangiarla.

Per riuscire in un’impresa tanto difficile quanto pericolosa questi animali, ci dice la ricerca, devono possedere una vista eccezionalmente sviluppata che permette loro di calcolare la posizione giusta dove lanciarsi per riuscire ad afferrare la preda in modo sicuro. Di pesci denominati balestra ne esistono molte specie ed il prossimo passo per il team di ricerca è capire se questa inusuale e pericolosa strategia di caccia sia comune tra le altre specie o una rara eccezione.

Credit immagine: Tietbohl et al 2020, Wiley

Quanto è interessante?
2
Ecco l'inusuale strategia di caccia del pesce balestra