L'invasione di questa lumaca gigante ha fatto mettere in quarantena una città

L'invasione di questa lumaca gigante ha fatto mettere in quarantena una città
di

Una città della Florida è stata messa in quarantena dopo "l'invasione" di alcune lumache giganti portatrici del pericolosissimo parassita Angiostrongylus cantonensis, chiamato anche verme polmonare dei ratti, noto per causare la meningite negli esseri umani.

La specie è particolarmente difficile da eliminare e la loro prima apparizione nello stato risale al 1969. Nonostante le creature siano più volte state eradicate, sono sempre tornate. Il secondo rilevamento nel 2011 li ha visti rimanere in circolazione per un intero decennio. Insomma, si tratta di un nemico difficile da abbattere, come d'altronde tutte le specie "aliene".

Le lumache "possono riprodursi fino a quattro mesi, deponendo molte migliaia di uova nella sua durata di più anni", secondo il Dipartimento dell'agricoltura e dei servizi ai consumatori della Florida (FDACS). "Possono anche spostarsi per lunghe distanze quando si aggrappano a veicoli e macchinari o nella spazzatura del cortile. In condizioni ambientali sfavorevoli, la lumaca può seppellirsi nel terreno e rimanere inattiva per un massimo di un anno."

L'invasione della specie è anche peggiorata dal commercio illegale di animali domestici. Quando le lumache importate illegalmente vengono rilasciate in natura dai loro proprietari, possono aumentare rapidamente il loro numero, sopravvivendo su oltre 500 specie di piante o persino mangiando la vernice delle case come fonte di calcio per le loro conchiglie.

La quarantena è iniziata il 24 giugno ed è ancora in vigore a New Port Richey, nella contea di Pasco, in Florida.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2