di

Dopo aver annunciato watchOS 6, Apple ha svelato al mondo anche iOS 13, l'ultima versione del suo sistema operativo mobile. Le novità sono piuttosto importanti, a partire dal peso delle applicazioni dimezzato, che garantirà un tempo di download molto inferiore al solito.

Stando a quanto dichiarato da Apple sul palco dell'edizione 2019 della WWDC, le applicazioni impiegheranno la metà del tempo per avviarsi. Insomma, la società di Cupertino ha puntato molto sulle prestazioni per quanto riguarda questa nuova versione del suo sistema operativo per smartphone.

Tuttavia non mancano novità interessanti a livello di funzionalità. La più attesa è probabilmente la Dark Mode, che finalmente arriva anche su iOS e sembra essere particolarmente interessante a livello di design. Apple ha mostrato il look di numerose applicazioni proprietarie con il tema Dark attivato e vi consigliamo di dare un'occhiata alla galleria di immagini presenti qui sotto per farvi un'idea più approfondita. Ci sono poi delle novità per quanto riguarda la tastiera virtuale (che dispone di alcune funzionalità aggiuntive che si rifanno, per certi versi, alla SwiftKey) ed è ora possibile vedere il testo in tempo reale quando si riproduce una canzone su Apple Music.

Safari dispone di nuove funzionalità: si può cambiare più velocemente la dimensione del testo e sono state introdotte le preferenze per singolo sito. L'applicazione per la posta elettronica si aggiorna invece con il supporto a nuovi font, mentre è stato ridisegnato anche il look di Note. Interessante la funzionalità di "promemoria intelligenti": all'utente basta scrivere una frase di senso compiuto (es. "devo incontrarmi con Lucia alle lezioni di yoga ogni venerdì alle 18:00") e il software sarà in grado di creare un promemoria ad hoc, riuscendo a capire dove e quando inviare la notifica.

Non mancano aggiornamenti anche per quanto riguarda l'app Mappe, visto che Apple ha dichiarato di aver "viaggiato per 4 milioni di miglia" per migliorare questo servizio. In particolare, ora il servizio fa uso di contenuti in 3D e l'obiettivo è quello di mappare in questo modo gli interi Stati Uniti d'America entro la fine del 2019. Insomma, l'applicazione Mappe di Apple continua a fare passi in avanti e la direzione intrapresa sembra chiaramente essere quella di diventare sempre più simile a Google Maps e Street View.

Per quanto riguarda la privacy, ora iOS è in grado di monitorare come vengono utilizzati i dati legati alla localizzazione dell'utente, fornendo dei report dettagli a quest'ultimo su quali app hanno continuo accesso a tali informazioni. Inoltre, per non consentire ad aziende di terze parti di tracciare i nostri dati, Apple ha introdotto "Accedi con Apple", che consente di eseguire il login a tutte le applicazioni che lo implementeranno tramite il Face ID e senza fornire nessun dato alle aziende.

La notizia più interessante in campo privacy è però l'indirizzo e-mail random. Infatti, tutti gli utenti che non vorranno utilizzare il proprio account e-mail per iscriversi a determinati servizi, potranno chiedere ad Apple di creare un profilo di posta elettronica "random" per loro, che inoltrerà semplicemente le e-mail a quello vero. Per il resto, ci sono diverse novità legate a HomeKit (Apple sostiene che i video registrati dentro le abitazioni degli utenti non saranno visibili da nessuno, nemmeno dalla società di Cupertino).

Per quanto riguarda le Memoji, ora queste ultime possono essere utilizzate come immagine del profilo anche per l'app Messaggi e si possono personalizzare attraverso l'aggiunto di modelli 3D delle AirPods. Interessante la funzionalità di Memoji stickers, ovvero degli sticker pack creati automaticamente utilizzando le Memoji dell'utente. Questi sono chiaramente accessibili direttamente dalla tastiera. I Memoji Stickers sono utilizzabili a partire dai dispositivi con chip A9, visto che non necessitano del TrueDepth per funzionare.

Passando all'applicazione Fotocamera ci sono nuove possibilità di personalizzazione per la modalità Ritratto e per la luminosità. iOS 13 introduce delle funzionalità in campo di editing video, come la possibilità di ruotarli. Inoltre, ora l'intelligenza artificiale è in grado di creare una sorta di diario della nostra vita (basato anche sul luogo in cui ci troviamo) e di eliminare i doppioni per quanto riguarda i foto e i video catturati con il nostro iPhone o iPad.

Novità anche per Siri, il noto assistente vocale ora può leggere ad alta voce i messaggi non appena questi ultimi arrivano e l'utente può quindi rispondere istantaneamente. Molto interessante la funzionalità Audio Sharing, che consente di condividere quello che si sta ascoltando con le AirPods con un proprio amico che dispone di un dispositivo Apple. iOS 13 introduce anche la possibilità di far riprodurre a Siri la radio, con una scelta tra oltre 100.000 stazioni. Inoltre l'assistente vocale dispone di scorciatoie migliorate e del Neural Text-to-Speech, che possiede una voce molto più "umana" rispetto al passato.

Durante l'evento, sono state annunciate anche novità minori per quanto riguarda HomeKit, CarPlay e molto altro. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di rivedere in replica l'evento di presentazione una volta che questo sarà terminato.

FONTE: Apple
Quanto è interessante?
7
iOS 13 ufficiale: peso dei download dimezzato, avvio delle app velocizzato e Dark Mode
iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13iOS 13