IOS 9: Apple al lavoro su un servizio in stile Google Now?

di

Ad ormai poche settimane dal via della WWDC 2015, l'annuale conferenza di Apple nel corso del quale il colosso di Cupertino annuncia le novità software per l'anno a venire, emerge una nuova indiscrezione su iOS 9, il nuovo OS mobile della compagnia.

Secondo quanto riportato da 9to5mac, infatti, Apple starebbe al lavoro su un servizio in stile Google Now, che fornirebbe agli utenti le informazioni di cui hanno bisogno al momento giusto, grazie ad una forte integrazione con Siri, la rubrica, il calendario, Passbook ed applicazioni di terze parti. Attualmente il progetto sarebbe internamente noto con il nome Proactive, che molto probabilmente prenderà il posto della funzione Spotlight, la cui importanza è stata ridotta in quanto evidentemente non ha convinto a pieno Apple.
Il design comunque dovrebbe riprendere a grandi linee Spotlight: la barra di ricerca sarà mantenuta ma il punto forte saranno le informazioni contestuali basate sulla posizioni o le abitudini degli utenti, che renderà il servizio simile a Google Now. “Ad esempio, se un utente ha un volo nel calendario e la carta d'imbarco memorizzata in Passbook, una scheda all'interno di Proactive farà da reminder e fornirà un rapido acesso ai documenti necessari. Se un utente ha un appuntamento in calendario, Proactive mostrerà una mappa per fargli capire il tempo necessario per raggiungere il luogo o le varie informazioni sui trasporti pubblici” si legge nell'articolo.
Proactive sarà integrato anche con le varie applicazioni, come Facebook e Twitter e mostrerà un collegamento per aprirle al momento opportuno. 9To5mac afferma che questo servizio sarà anche in grado di mostrare i ristoranti più vicini (insieme alle valutazioni), gli orari ed i piatti tipici e avrà una sorta di realtà aumentata: puntando la fotocamera dell'iPhone vicino ad un ristorante, infatti, questo sarà in grado di fornire tutte le informazioni del locale, compreso il menù.
Maggiori informazioni dovrebbero arrivare il prossimo 8 Giugno, nel corso della conferenza della WWDC

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0