iPhone 12, studio dell'ISS conferma il possibile rischio per pacemaker e defibrillatori

iPhone 12, studio dell'ISS conferma il possibile rischio per pacemaker e defibrillatori
INFORMAZIONI SCHEDA
di

A distanza di poco meno di un anno dagli ultimi sviluppi sulla questione MagSafe e Pacemaker, torniamo a parlare dei rischi legati alla tecnologia di ricarica magnetica di iPhone 12 e alla presenza di un dispositivo impiantato a livello cardiaco.

A prendere la parola, questa volta, è stato l'Istituto Superiore di Sanità con una nota ufficiale sul portale istituzionale.

In particolare, nel testo pubblicato dall'ISS è possibile leggere che "In rari casi, se lo smartphone viene tenuto a meno di un centimetro dal cuore, il magnete presente nell’iPhone 12 può attivare l’interruttore magnetico di pacemaker e defibrillatori impiantabili, ed è quindi molto importante attenersi alle indicazioni fornite dai produttori di dispositivi medici e della Apple stessa secondo cui deve essere mantenuta una distanza di almeno 15 cm tra un telefono cellulare e il dispositivo. Lo ha dimostrato uno studio dell’Iss appena pubblicato dalla rivista Pacing and Clinical Electrophysiology".

I risultati dell'ISS sono molto importanti sul territorio nazionale poiché si tratta del primo studio specifico condotto su un campione altamente rappresentativo utilizzando dispositivi impiantabili attualmente presenti sul mercato italiano. Nello studio sono stati testati dispositivi dei principali brand attivi globalmente, tra cui Abbott, Biotronik, Boston Scientific, Medico, Medtronic e Microport, utilizzando un simulatore del battito cardiaco.

Come sottolineano gli autori della ricerca, "L’attivazione non voluta dell’interruttore magnetico può raramente accadere anche in altre situazioni di vita comune in presenza di magneti, ma data la grande diffusione dell’iPhone 12 e l’abitudine di mettere lo smartphone nel taschino, l'attivazione involontaria della modalità magnete provocata da iPhone 12 può essere meno rara".

Ricordiamo che anche Apple ha avvertito gli utenti sui rischi cardiaci e sulla possibile interferenza della tecnologia MagSafe con dispositivi medici.

Quanto è interessante?
1