iPhone XS Max: un uomo sostiene che sia esploso nella sua tasca

iPhone XS Max: un uomo sostiene che sia esploso nella sua tasca
di

Di esplosioni di iPhone ne abbiamo viste molte nel corso degli anni, da quello dell'Apple Store di Zurigo ai numerosi casi avvenuti in alcuni negozi. Era da diverso tempo però che non sentivamo un comune cittadino lamentarsi dell'esplosione di uno smartphone Apple di nuova generazione in un contesto tranquillo.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di 9to5Mac, un uomo abitante nell'Ohio sostiene che il suo iPhone XS Max, comprato solamente un mese prima dell'accaduto, sia esploso mentre si trovava in tasca. L'uomo sostiene di aver inizialmente notato uno strano odore che proveniva dalla tasca posteriore dei pantaloni, per poi sentire una grande quantità di calore e liberarsi immediatamente dello smartphone.

A quanto pare la scheda SIM si sarebbe completamente sciolta e ovviamente gli indumenti dell'uomo sarebbero stati ridotti in cattivo stato. Il team dell'Apple Store si sarebbe inoltre rifiutato di sostituire lo smartphone sul posto e di fornire un qualsivoglia risarcimento all'uomo, in quanto avrebbe voluto inviare il telefono per accertamenti a un team di ingegneri. Come potete ben intuire, è difficile in questi casi verificare l'autenticità della segnalazione dell'uomo coinvolto, ma le foto che potete vedere qui sotto sembrerebbero testimoniare un'effettiva esplosione dell'iPhone XS Max coinvolto. D'altronde, non sarebbe la prima volta che una batteria difettosa causa questo.

FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
4
iPhone XS Max: un uomo sostiene che sia esploso nella sua tasca