IPTV e pezzotto, nuovo blitz della Finanza: nel mirino Telegram, individuati gli utenti

IPTV e pezzotto, nuovo blitz della Finanza: nel mirino Telegram, individuati gli utenti
di

Nuova controffensiva della Guardia di Finanza contro i sistemi di IPTV che consentono di accedere ai canali a pagamento versando somme esigue. Ancora una volta, le Fiamme Gialle si sono soffermate sull'IPTV (anche nota come pezzotto), ed hanno messo a segno una nuova operazione

Nella fattispecie, a ridosso dell'ultima giornata di Serie A e della finale di Conference League (vinta dalla Roma), sono state registrate centinaia di vendite di abbonamenti al sistema di visione di contenuti tramite TV.

I militari si sono soffermati anche sui canali Telegram (alcuni dei quali contavano oltre 20mila iscritti) che vendevano abbonamenti all'"Applicazione Ufficiale", come veniva soprannominata, che ad un prezzo molto più basso rispetto a quelli ufficiali permettevano di accedere alla guida TV da qualsiasi dispositivo. In alcuni casi veniva anche data la possibilità di ottenere una prova gratuita di un'ora, per convincere i più scettici.

Complessivamente, l'Autorità Giudiziaria di Napoli ha sequestrato oltre 500 risorse web e 40 canali Telegram. Secondo quanto riportato da ADNkronos, è stato anche predisposto in concomitanza con la finale di Conference League un sistema di tracciamento che ha consentito l'individuazione dei fruitori. Nello specifico, coloro che hanno tentato di collegarsi ai servizi pirata sono stati reindirizzati su un pannello informativo che li informativa che il sito web è sottoposto a sequestro.

Proprio ad inizio maggio, la Finanza aveva smantellato un'altra rete di IPTV e pezzotto

FONTE: DN
Quanto è interessante?
8