IPTV e pezzotto, l'ad della Lega Serie A: "partite e siti pirata oscurati in automatico"

IPTV e pezzotto, l'ad della Lega Serie A: 'partite e siti pirata oscurati in automatico'
di

A pochi giorni dal via alle multe agli utenti abbonati al pezzotto, è tornato a parlare l’amministratore delle Lega Serie A, Luigi De Siervo, che intervistato da Il Sole 24 Ore ha fatto il punto sullo stato dei lavori per l’assegnazione dei diritti tv del nostro campionato.

Nell’intervista ha annunciato che la Lega è al lavoro per cambiare la durata dei diritti tv, e si dovrebbe passare da tre a cinque anni. La scelta mira a massimizzare gli investimenti da parte dei broadcaster, ma anche aumentare il valore del campionato.

La discussione si è spostata anche sul pezzotto, e De Siervo ha accolto favorevolmente la notizia delle multe da parte della Guardia di Finanza che ha fatto finire “quel senso di impunità tipico del nostro paese”. Il dirigente ha osservato che ora chi sbaglia paga, e “siamo arrivati a punire non soltanto le organizzazioni criminali che diffondono i segnali piratati, ma anche quei presunti tifosi che acquistando abbonamenti illegali si rendono complici di questo sistema fuorilegge e stupido perché danneggiano il club per cui dichiarano eterno amore”.

La sfida al fenomeno però è destinata a continuare anche nei prossimi mesi, con meccanismi ancora più sofisticati per scardinarlo definitivamente. A riguardo, De Siervo ha spigato che la Lega Serie A sta lavorando con l’Agcom per mettere in campo una procedura automatica che porti alla chiusura immediata dei siti web pirata ed all’oscuramento delle partite, come avviene da tempo in Inghilterra.

Quanto è interessante?
7