IPTV e pezzotto: scattata la più ampia operazione di sequestro in Europa ed Italia

IPTV e pezzotto: scattata la più ampia operazione di sequestro in Europa ed Italia
di

E' scattata all'alba l'operazione "Eclissi", la più ampia mai condotta nel Vecchio Continente nell'ambito del contrasto al fenomeno dell'IPTV (anche noto come pezzotto). L'Europol e le Polizie di sei paesi hanno dato il via all'indagine che potrebbe coinvolgere un numero importante di persone.

Obiettivo dell'operazione è lo smantellamento ed oscuramente dei segnali che permettono a circa cinque milioni di utenti italiani di ottenere l'accesso a canali a pagamento in formato web-digitale, a costi inferiori rispetto a quelli richiesti dalle pay tv. Il volume d'affari stimato solo nel nostro paese sarebbe superiore ai 2 milioni di Euro al mese.

Ad essere impegnate però sono anche le polizie di Francia, Paesi Bassi, Germania, Bulgaria e Grecia, oltre all'agenzia Eruojust.

Nel momento in cui stiamo scrivendo non sono state diffuse informazione in merito agli eventuali arresti o sequestri di materiale che permettevano ai gestori di trasmettere il segnale ai propri clienti.

L'operazione però arriva a pochi giorni da quella condotta dalla Guardia di Finanza che ha portato alla chiusura di 114 siti web che trasmettevano attraverso lo stesso sistema calcio, film ed in generale materiale coperto dal diritto d'autore.

Questa nuova notizia sarà accolta favorevolmente soprattutto dalla Lega Calcio, che sta combattendo il fenomeno con grande impegno anche attraverso degli spot in onda prima delle partite.

Quanto è interessante?
4