Istituzioni italiane sotto attacco hacker: Killnet mette ko i siti di diversi ministeri

Istituzioni italiane sotto attacco hacker: Killnet mette ko i siti di diversi ministeri
di

Dopo l'affondo di Killnet da parte di Anonymous, il gruppo di hacker filorusso è tornato alla carica e da questa mattina sta prendendo di mira i siti web di istituzioni, ministeri, società energetiche e di telecomunicazioni e testate giornalistiche.

Nello specifico, a pochi giorni di distanza dall'attacco di Killnet ai danni del sito web della Polizia di Stato, il collettivo ha annunciato tramite i suoi canali ufficiali Telegram un attacco su scala più larga ai danni del nostro paese.

Nella lista diffusa figurano tantissimi portali, e dalle prime ore di stamattina è impossibile accedere al sito web del Ministero degli Esteri, Ministero della Cultura e Consiglio Superiore della Magistratura. Dalle 7 di stamattina, anche il sito web del Ministero dell'Ambiente e dei Beni Culturali sono inaccessibili ad intermittenza ed alternano momenti in cui funzionano a momento in cui è impossibile collegarsi.

La lista iniziale degli obiettivi pubblicata ieri sera includeva anche i siti web di società attive nel settore dell'energia (un comparto strategico e che sta toccando da vicino anche gli interessi russ) e telecomunicazioni, oltre che circa 20 testate giornalistiche tra cui figuravano Ansa, Il Sole 24 Ore, Repubblica, Il Corriere della Sera e La Stampa. Solo successivamente però gli obiettivi sono stati cambiati e la lista è più ristretta: sono stati esclusi i siti dei media, mentre tra gli obiettivi confermati figurano l'Autorità dell'Energia, il Ministero dell'Istruzione, Federtrasporto.

FONTE: IlPost
Quanto è interessante?
5
Istituzioni italiane sotto attacco hacker: Killnet mette ko i siti di diversi ministeri