L'Italia è al sesto posto al mondo per attacchi ransomware: i settori più colpiti

L'Italia è al sesto posto al mondo per attacchi ransomware: i settori più colpiti
di

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito a un vero e proprio boom del fenomeno ransomware e, sebbene ora sempre meno vittime sono disposte a pagare i riscatti, le ricerche degli esperti di cybersicurezza svelano dati preoccupanti: l’Italia è al sesto posto al mondo per attacchi ransomware subiti.

Lo studio condotto da NordLocker ha analizzato numerosi database di incidenti ransomware arrivando a delle conclusioni specifiche per il Belpaese: su 18 settori identificati, i settori più colpiti sul nostro mercato sono quelli della manifattura (19,7% degli attacchi), trasporti e logistica (9,5%) e tecnologia (8%); seguono poi mercato automotive e alimentare al 7,3%.

Le piccole imprese sono le più colpite, tanto che rappresentano il 56,6% delle vittime. Le aziende con un numero di dipendenti compreso tra 51 e 200 individui sono le vittime del 29% degli attacchi; seguono quelle con 11-50 dipendenti (22,6%) e infine quelle con 201-500 dipendenti (22.6%).

Tomas Smalakys, direttore tecnico di NordLocker, ha dichiarato: “Il ransomware è un tipo di attacco informatico che costringe le aziende a interrompere le operazioni, prendendo possesso dei file più importanti e sensibili e chiedendo all’azienda un riscatto per il recupero dei dati. […] I criminali colpiscono principalmente le piccole imprese dal momento che per loro la sicurezza informatica è spesso un aspetto secondario. Le imprese più piccole danno legittimamente priorità alla crescita dei processi operativi, mettendo da parte la cybersecurity. Questo, combinato con i margini di profitto solitamente ridotti che le piccole imprese devono affrontare, le rende non soltanto facili da hackerare, ma anche molto più inclini a pagare, dal momento che non hanno i fondi per reggere una prolungata interruzione delle operazioni”.

Nella classifica, per il resto, spiccano USA, Canada e Regno Unito nelle prime tre posizioni; sorprendentemente, il rischio non è così elevato in Brasile (settimo posto) e in India (decimo posto).

Parlando sempre di sicurezza informatica, a quanto pare Uber è stata colpita dagli stessi hacker di Rockstar Games.

Quanto è interessante?
2
L'Italia è al sesto posto al mondo per attacchi ransomware: i settori più colpiti