Italiani sempre più seccati dalle chiamate pubblicitarie: molti hanno disdetto la linea

Italiani sempre più seccati dalle chiamate pubblicitarie: molti hanno disdetto la linea
di

Mentre si avvicina sempre più il lancio del Registro delle Opposizioni per cellulari, un’indagine condotta da Facile mostra come l’impatto delle chiamate pubblicitarie su rete fissa sia diventata una vera e propria piaga per molti italiani.

Nella ricerca di mercato, condotta nel Gennaio 2022 e commissionata ad mUp Research e Norstat, si legge che il 60,8% degli italiani posseggono ancora il telefono fisso a casa, pari a 26,5 milioni di persone. Le motivazioni che si celano dietro questa scelta però mostrano ancora una volta come i tempi siano cambiati: il 41% lo utilizza per emergenza, mentre il 28% come mezzo di comunicazione per pochi intime. Fino a qualche anno fa, i risultati in questione si applicavano ai cellulari.

Cambia anche l’anagrafica dell’utente medio che ha ancora una linea telefonica attiva: nella maggior parte dei casi (78%) si tratta di over 65, mentre i più affezionati risiedono al sud e nelle isole (64%)

L’aspetto più singolare dell’intera indagine è quello relativo alle motivazioni che hanno spinto 17 milioni di italiani a rinunciare alla linea fissa: il 19% l’ha fatto per non essere disturbato da chiamate pubblicitarie, il 45% per sostituirlo con il cellulare ed il 59% per ragioni economiche.

Per tutte le informazioni su come iscriversi al registro delle opposizioni, vi rimandiamo al nostro approfondimento dedicato.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
7