Jack Dorsey e quei tweet di fuoco sul Web3 e sulla "falsa" decentralizzazione

Jack Dorsey e quei tweet di fuoco sul Web3 e sulla 'falsa' decentralizzazione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo il clamoroso annuncio di Zuckerberg sulla nascita del Metaverso, il Web3 è diventato un argomento sempre più scottante. L'evoluzione dell'internet dei social in qualcosa di decentralizzato e totalmente libero però sembra avere anche i suoi detrattori.

Non in senso stretto, perlomeno. Stando agli ultimi tweet di fuoco dell'ex CEO di Twitter, Jack Dorsey, nessuno può affermare di "possedere il Web3". Ciò che Dorsey afferma, in realtà, necessita di alcuni chiarimenti.

Si parla proprio di quella visione utopistica del mondo dell'etere in cui chiunque possa vantare una proprietà possa reclamare il suo diritto decisionale, permettendo di fatto a chiunque di avere il controllo sulla vita online. Una filosofia che potrebbe realmente scuotere il mondo del web dalle fondamenta e rivoluzionarne l'essenza. Qualcosa che in alcuni "metaversi" in realtà può già essere fatto, sebbene con alcune riserve. Ma a cosa si riferisce, quindi, il fondatore di Twitter?

Al fatto che in linea di massima potrebbe trattarsi solo di una questione di sfumature e percezioni, quando in realtà l'intero sistema sarà sempre in mano alle Venture Capital che ne finanziano l'esistenza. In poche parole, nulla di diverso dal Web2 in cui sono i giganti dei social a dettare i tempi e i modi del mercato, di cui anche lui in qualche modo ha fatto parte.

Alcune ore dopo l'intervento di Dorsey sul suo social network, è arrivato puntuale anche il tweet del CEO di SpaceX, lo stesso Elon Musk che ha definito il metaverso puro marketing. Il patron di Tesla ha fornito un endorsement velato ma non troppo a Dorsey chiedendo: "Qualcuno ha visto il Web3? Non riesco proprio a trovarlo". Al che, l'ex CEO di Twitter ha risposto che si trova "tra la a alla z", con un elegante riferimento alla società di Venture Capital Andreesen Horowitz, a16z.

FONTE: theverge
Quanto è interessante?
2