Il James Webb ha fatto una grande scoperta su Giove

Il James Webb ha fatto una grande scoperta su Giove
di

Giove, il maestoso e turbolento gigante gassoso dal grande "occhio", ci ha da sempre affascinato, portando gli esperti ad un suo studio approfondito. Dalle sonde Pioneer e Voyager fino alla Juno, si è cercato di svelarne i segreti ed ora, grazie al telescopio James Webb della NASA, abbiamo scoperto una sua caratteristica mai vista prima.

Studiando approfonditamente i dati catturati nel 2022 dalla NIRCam (Near-Infrared Camera) posta sul Webb, un team di ricerca guidato dal Dott. Ricardo Hueso, dell'Università dei Paesi Baschi a Bilbao, in Spagna, ha scoperto una peculiarità nell'atmosfera di Giove che ha stupito gli scienziati: La cosiddetta "corrente a getto ad alta velocità".

Questo nuovo elemento distintivo, che si estende per oltre 4.800 chilometri, si trova sopra l'equatore del pianeta, oltre i principali strati nuvolosi e sta fornendo nuove informazioni su come gli strati della famosa atmosfera turbolenta di Giove interagiscono tra loro e su come il James Webb sia l'unico strumento scientifico in grado di registrare tali caratteristiche.

L'autore principale dello studio, il Dott. Hueso, ha affermato: "Questa scoperta ci ha totalmente sorpreso. Ciò che abbiamo sempre visto come foschie sfocate nell’atmosfera di Giove ora appaiono come caratteristiche nitide che possiamo seguire insieme alla rapida rotazione del pianeta".

Il Dott. Imke de Pater, dell’Università della California, Berkeley, che ha congiuntamente lavorato sui dati del Webb anche insieme al Dott. Thierry Fouchet dell’Osservatorio di Parigi , ha spiegato: "Anche se vari telescopi terrestri, veicoli spaziali come Juno e Cassini ed il telescopio spaziale Hubble della NASA hanno osservato i cambiamenti meteorologici del sistema gioviano, il James Webb è riuscito già a fornire nuove scoperte sugli anelli di Giove, sui satelliti e sulla sua atmosfera".

Giove, seppur molto diverso dal nostro pianeta, come la Terra possiede un'atmosfera stratificata ed ora, grazie ai potenti strumenti del James Webb, possiamo osservarla nei minimi particolari con le diverse lunghezze d’onda della luce infrarossa, visibile, radio ed ultravioletta.

Pensate che la corrente a getto appena scoperta viaggia a circa 515 chilometri orari, il doppio dei venti sostenuti da un uragano di categoria 5 qui sulla Terra. Che incredibile potenza.

Non resta che ammirare le splendide immagini di Giove che trovate in calce o visitando il sito ufficiale della NASA per poterne godere alla massima risoluzione.

Crediti immagine: Immagine: NASA, ESA, CSA, STScI, R. Hueso (Università dei Paesi Baschi), I. de Pater (Università della California, Berkeley), T. Fouchet (Osservatorio di Parigi), L. Fletcher (Università di Leicester) , M. Wong (Università della California, Berkeley), J. DePasquale (STScI)

Il James Webb ha fatto una grande scoperta su Giove