Il James Webb studierà le galassie primordiali, ma dovrà affrontare la polvere

Il James Webb studierà le galassie primordiali, ma dovrà affrontare la polvere
di

Il telescopio spaziale James Webb tenterà di comprendere la formazione delle prime galassie e il loro legame con la materia oscura. Studiando le galassie, ma in particolar modo la loro formazione, possiamo ottenere alcuni suggerimenti su come funziona la materia oscura.

Le galassie primordiali hanno iniziato a formasi diverso tempo fa, dopo diverse centinaia di milioni di anni dal Big Bang. Non abbiamo immagini dirette di queste galassie, perché sono troppo lontane, e perché la loro luce è stata spostata verso il rosso. Uno dei modi più efficienti per mappare queste galassie è grazie al telescopio ad infrarossi James Webb.

La struttura e la composizione di queste galassie dipende dalla materia oscura sottostante: il numero delle stelle, la loro luminosità, e persino il tipo di stelle presenti. Queste connessioni tra galassie e materia oscura è realmente compresa solo nelle simulazioni quindi, confrontando i dati reali con quelli delle simulazioni, si può trovare la migliore corrispondenza sul modello più preciso di materia oscura. Ma, c'è però un grande problema, la polvere.

La polvere fa "impazzire" la luce proveniente da galassie miliardi di anni luce, indebolendola. Per questo motivo non otterremo mai immagini chiare e dirette dell'universo primordiale a causa di intere regioni piene di polvere spaziale che si parano davanti e, come scrive UniverseToday, è come cercare di capire quanto sia lontano un faro, studiando la nebbia che lo circonda.

Le simulazioni arrivano in nostro soccorso ancora una volta e, grazie a quest'ultime, possiamo ottenere diversi dati, non dell'universo primordiale, ma dalle regioni di spazio vicine.

Queste simulazioni sono alcuni dei primi tentativi di fornire una prima immagine di quello che il James Webb vedrà, per rendere più chiara la comprensione della materia oscura e della formazione delle galassie. Ma per sapere la verità, non ci resta che attendere le risposte del telescopio spaziale James Webb, che dovrebbe essere lanciato nel 2021.

Quanto è interessante?
7