di

L'amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, è uno dei tanti imprenditori che stanno lavorando sul settore del turismo spaziale attraverso la società Blue Origin, definita dall'imprenditore "la cosa più importante a cui sto lavorando".

Bezos sin da subito ha mostrato entusiasmo nei confronti del progetto, ma parlando al Wired Summit di San Francisco ha annunciato che l'obiettivo è di inviare i primi turisti nello spazio già nel 2019. "Speravo che sarebbe successo nel 2018, ma continuo a sostenere che non si tratta di una gara. Voglio che il veicolo spaziale sia il più sicuro della storia" ha affermato il miliardario riferendosi al nuovo razzo Sherpard di Blue Origin che ha anche una capsula abbastanza grande da contenere "sei astronauti paganti", anche se almeno al momento ancora non è noto il prezzo del biglietto.

Sui tempi d'addestramento dei turisti, Bezos ha affermato che "saranno necessari due giorni di allenamento. Ma sto spingendo per ridurli ad uno. Non penso ne siano necessari di più".

Il CEO del popolare negozio in rete si è anche soffermato sulle possibili collaborazioni con il Dipartimento della Difesa, sostenendo che "se le grandi aziende tecnologiche gli voltano le spalle, saranno guai per il paese. So che tutti sono molto controversi sulla politica attuale degli Stati Uniti, ma questo paese è un gioiello. E' stupefacente. E' il posto migliore del mondo. E' il posto in cui la gente vuole venire".

FONTE: Recode
Quanto è interessante?
6