Jeff Bezos e Blue Origin non ci stanno: causa alla NASA per la questione SpaceX

Jeff Bezos e Blue Origin non ci stanno: causa alla NASA per la questione SpaceX
di

A fine luglio 2021 il GAO (Government Accountability Office) ha definito la scelta della NASA di assegnare a SpaceX il progetto del lander lunare "ragionevole e coerente con la legge sugli appalti applicabile, il regolamento e i termini dell'annuncio". La "diatriba" tra Blue Origin e SpaceX sembrava dunque essersi conclusa, ma non è proprio così.

Infatti, stando anche a quanto riportato da The Verge ed Engadget, Jeff Bezos e soci hanno deciso di fare causa alla NASA. Ricordiamo che già in passato "l'opposizione" di Blue Origin aveva giocato un ruolo fondamentale nella sospensione del contratto di SpaceX, un accordo dal valore di ben 2,89 miliardi di dollari. L'azienda di Jeff Bezos ritiene infatti che assegnare a Elon Musk e soci il compito di realizzare il lander lunare legato al programma Artemis, che dovrebbe riportare l'uomo sulla Luna nel 2024, potrebbe ritardare o addirittura "mettere in pericolo" il risultato.

Il contesto è un po' intricato: il ritorno sulla Luna nel 2024 per qualcuno inizia già a farsi improbabile e questa decisione da parte di Blue Origin potrebbe allungare ulteriormente i tempi (o perlomeno questo è il timore). In ogni caso, nella causa, depositata presso la U.S. Court of Federal Claims, la società di Jeff Bezos descrive la scelta della NASA come una "valutazione illegale e impropria delle proposte presentate nell'ambito del concorso Moon". Un portavoce di Blue Origin ha ribadito: "Crediamo fermamente che i problemi identificati in questo appalto e i suoi risultati debbano essere discussi per ripristinare l'equità, creare concorrenza e garantire un ritorno sicuro sulla Luna per l'America".

Ricordiamo che inizialmente la NASA aveva preso in considerazione la firma di due diversi contratti, ma poi la mancanza di fondi ha portato alla scelta di un singolo accordo con SpaceX. Tra le accuse mosse da Blue Origin, c'è quella relativa alla presunta possibilità concessa dalla NASA a SpaceX di cambiare la sua proposta. Questo non sarebbe stato invece permesso a Blue Origin.

In ogni caso, la scelta di Jeff Bezos e soci arriva a pochi giorni dalle dichiarazioni di Elon Musk, che stando anche a quanto riportato da Business Insider ha affermato che il lander lunare di SpaceX sarà pronto prima del 2024. A questo punto, non ci resta che stare a vedere.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5
Jeff Bezos e Blue Origin non ci stanno: causa alla NASA per la questione SpaceX