Jeff Bezos contro i social: "ci stanno portando al tribalismo"

Jeff Bezos contro i social: 'ci stanno portando al tribalismo'
di

Un attacco frontale contro i social network. E' questo il succo del discorso tenuto da Jeff Bezos alla conferenza di San Francisco nel corso del quale si sono festeggiati i venticinque anni di Wired.

Bezos, con il suo modo di parlare schietto, ha affermato che nella sua visione "internet nella sua attuale incarnazione è una macchina che conferma i pregiudizi", ma si è anche detto preoccupato per l'utilizzo dei social media che "possono essere utili ai regimi dispotici per far rispettare la loro volontà".

Un concetto non nuovo, che in passato era stato espresso anche dal creatore dl web, Tim Berners Lee, ma che ora ha un eco ancora più importante dal momento che proviene da uno che ha costruito la sua fortuna interamente sul web, che è proprietario della seconda multinazionale più importante al mondo e che soprattutto è l'uomo più ricco della storia moderno.

Secondo Bezos "una tecnologia che aumenta il blas non è una buona cosa", ecco perchè internet "Porterà ad un maggiore tribalismo", ma non a causa dello strumento, ma dell'utilizzo. "Sono stati scritti libri malvagi che hanno condotto a cattive rivoluzioni. Con i libri sono stati creati regimi fascisti, ma questo non significa che il libro sia cattivo. La società, alla fine, sviluppa una risposta immunitaria agli usi negativi delle nuove tecnologia, ma ci vuole tempo" si legge in un estratto del discorso in cui Bezos ha definito ancora troppo immaturi i social network.

I problemi? Tantissimi, a partire dalla loro influenza politica. E ci vorrà un pò prima che vengano corretti. "A causa della tecnologia, succederanno tante cose che non ci piaceranno, ma non è una cosa nuova, è sempre stato cosi Scopriremo come uscirne". ma non fermando il progresso tecnologico.

FONTE: AGI
Quanto è interessante?
7

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it