JUICE è pronta: Rotta verso le lune ghiacciate di Giove

JUICE è pronta: Rotta verso le lune ghiacciate di Giove
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Una fantastica notizia per gli appassionati dell'esplorazione spaziale. La navicella spaziale europea JUICE è pronta per intraprendere la sua incredibile missione scientifica. Scoprire se gli oceani nascosti sotto la superficie delle lune ghiacciate di Giove hanno il potenziale per ospitare la vita extraterrestre.

Tutto pronto quindi per la partenza del Jupiter Icy Moons Explorer (o JUICE), dell'Agenzia Spaziale Europea, che attualmente si trova ancora "parcheggiato" nei laboratori di ricerca e sviluppo del suo produttore, la francese Airbus, nella loro sede di Tolosa.

Ma, fortunatamente per noi, i suoi giorni sulla Terra sono quasi terminati, impaziente di intraprendere una vera e propria odissea di 8 anni per raggiungere il sistema gioviano con i suoi 84 satelliti.

Presto infatti, il veicolo spaziale verrà messo in un container, accuratamente impacchettato, prima di raggiungere lo spazioporto europeo di Kourou, nella Guyana francese, al largo delle coste del Sud America, proprio all'inizio del prossimo febbraio.

Gli scienziati e gli ingegneri, che hanno lavorato per anni al progetto, sono ovviamente estremamente emozionati, per quella che è sicuramente una delle missioni spaziali europee più ambiziose di sempre.

La navicella spaziale da sei tonnellate, soprannominata appunto "la bestia" dai suoi costruttori, è composta da 10 importanti strumenti scientifici, un'antenna di 2,5 metri di diametro per comunicare con la Terra e molteplici pannelli solari.

Prima di lasciare la Terra per fare rotta verso le lune ghiacciate Ganimede, Europa e Callisto, sul retro della navicella è stata montata una targa commemorativa in omaggio all'astronomo Galileo Galilei, che fu appunto il primo ad avvistare Giove e le sue lune più grandi nel lontano 1610.

Utilizzando prima il nostro pianeta e poi Venere "come una catapulta", JIUCE dovrà percorrere gli oltre 600 milioni di chilometri che ci separano dal gigante gassoso, e sarà la prima missione spaziale europea ad avventurarsi nel sistema solare esterno. Un grande traguardo.

Le telecamere, i sensori, gli spettrometri ed i radar di JUICE, grazie alla loro capacità di penetrare attraverso lo spesso ghiaccio superficiale, saranno in grado di sondare attentamente le lune gioviane per determinare se potrebbero essere state abitate da vita passata o, addirittura, esserlo nel presente.

Non resta quindi che attendere il mese di aprile 2023 per "tornare" sulle lune di Giove, più di 400 anni dopo la loro scoperta.

Rimanendo in tema, sapete quanto sono grandi le lune di Giove? Un simpatico video ce lo mostra in maniera spettacolare. Inoltre, vi siete mai chiesti come mai Giove ha così tante lune attorno a sé?

FONTE: ESA JUICE
Quanto è interessante?
5
JUICE è pronta: Rotta verso le lune ghiacciate di Giove