Julian Assange è costato al governo britannico 10 milioni di Sterline

di

Julian Assange, il fondatore e creatore di WikiLeaks, da Giugno 2012 vive nell'ambasciata ecuadoriana a Londra per evitare l'estradizione e quindi un processo che potrebbe essere per lui molto difficile da affrontare. Da circa tre anni gli ufficiali di polizia britannici stanno costantemente al di fuori dell'edificio in attesa che Assange cambi idea e decida di consegnarsi alle autorità. Per molti potrebbe essere l'operazione più semplice del mondo, ma il Telegraph oggi ha rivelato degli interessanti dettagli.

Grazie ad un disegno di legge del governo del Regno Unito, infatti, si è scoperto che fino ad Ottobre 2014 Assange è costato alla nazione nove milioni di Sterline, circa 10.500 Sterline al giorno. Un numero che se propiettato per il tempo restante che è intercorso dalla data dell'ultimo calcolo ad oggi, porta il totale ad oltre dieci milioni di Sterline. Ovviamente si tratta di un numero approssimativo, ma che dimostra comunque come Assange per il Regno Unito sia diventato un costo importante.
L'estate scorsa però l'uomo ha affermato che avrebbe lasciato “presto” l'ambasciata, ma da allora non ci sono state più notizie. 

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0