Le turbolenze che si abbattono su Giove nelle loro sfumature di blu e bianco

di
La sonda spaziale Juno questa settimana ci regala un altro scatto di Giove durante la sua nona orbita molto vicina al pianeta, a circa 19.000 chilometri di distanza dallo strato di atmosfera più alto, una distanza che è paragonabile a quella che sussiste tra New York e Perth (Australia).

I colori dell'immagini sono stati saturati per evidenziare i dettagli delle turbolenze visibili sulla parte alta delle nuvole di Giove, mostrando una serie di sfumature di blu e bianco che sembrano quasi delle pennellate di un pittore.

La zona ripresa è una parte dell'emisfero settentrionale del pianeta del 24 ottobre scorso ed ogni pixel corrisponde all'incirca a 12,5 chilometri. La latitudine alla quale si trovava la sonda rispetto al pianeta è di 57,7 gradi, quasi i 3/5 dello spazio tra l'equatore di Giove e il suo polo nord.

A causa della luce del sole proveniente dalla parte sinistra dell'immagine, sono visibili le ombre che i vortici proiettano nei loro dintorni.

Recentemente vi abbiamo parlato del mistero delle aurore polari di Giove, delle quali ad oggi non si capisce perché aumentino la loro luminosità in modo indipendente l'una dall'altra. Se volete vedere uno scatto dettagliato del gigante gassoso vi rimandiamo a questo link. Qui invece troverete un altro scatto ravvicinato della tempesta di Giove.

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
6
Le turbolenze che si abbattono su Giove nelle loro sfumature di blu e bianco