Keanu Reeves e gli NFT: con la beneficenza non è più un tabù

Keanu Reeves e gli NFT: con la beneficenza non è più un tabù
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Molti di voi ricorderanno sicuramente le scottanti dichiarazioni di Keanu Reeves su NFT e criptovalute. L'amato attore canadese, infatti, in tempi non sospetti ha ammesso di essere un "hodler", ma di non comprendere troppo il fenomeno dei token non fungibili.

Definendoli "facilmente riproducibili" nel corso di un'intervista in occasione del lancio degli NFT di The Matrix Resurrections, la sua dichiarazione suscitò non poca ilarità.

Tuttavia, negli ultimi giorni la sua posizione in merito potrebbe essere sensibilmente cambiata. Infatti, l'interprete di John Wick è recentemente apparso al fianco di Alexandra Grant tra i volti di Futureverse Foundation, un programma dei Non-Fungible Labs il cui scopo dichiarato è quello di migliorare "il mondo reale e digitale attraverso il supporto ad artisti appartenenti a minoranze".

Come spiegato anche dalla Grant, artista digitale particolarmente nota nel panorama, quella di Futureverse Foundation è una missione molto particolare e intrigante per gli artisti digitali e non. Infatti, il progetto si propone di costruire "un metaverso in cui accedere e creare" dando visibilità un po' a chiunque. Le prime operazioni benefiche del team, però, si sono focalizzate sul mondo reale, con una donazione di 100.000 dollari a Nana Oforiatta Ayim, storica dell'arte impegnata nell'allestimento di una sezione sul Ghana nel contesto della 59esima edizione della Biennale di Venezia.

Insomma, quando si tratta di beneficenza e di solidarietà, Reeves si dimostra sempre in prima linea, ma di personaggi di spicco lanciati nel mondo crittografato ce ne sono davvero tantissimi. Nelle ultime ore, per esempio, è stato pubblicato un nuovo video musicale di Eminem e Snoop Dogg sugli NFT Bored Ape.

FONTE: theverge
Quanto è interessante?
1