I koala hanno qualcosa in comune con noi ma non indovinerete mai cosa

I koala hanno qualcosa in comune con noi ma non indovinerete mai cosa
di

Se è vero, in parte, che le banane condividono il 50% del DNA con l'uomo , sarà anche vero che gli animali hanno qualcosa in comune con lui. È il caso dei koala che, a quanto pare, hanno le impronte digitali straordinariamente simili a quelle dell'uomo. La cosa buffa però è COME è stata scoperta questa somiglianza.

La storia inizia negli anni '70, quando la polizia inglese decise di raccogliere le impronte digitali di alcuni primati ospitati in zoo locali, inclusi sei scimpanzé e due oranghi. L'obiettivo era insolito quanto affascinante: verificare se questi animali potessero essere collegati a crimini non risolti. Sebbene l'esperimento non portasse alla risoluzione di misteriosi casi, rivelò un fatto sorprendente: le impronte di questi primati erano pressoché indistinguibili da quelle umane senza un'analisi attenta.

Questa scoperta gettò le basi per indagini future, che nel 1996 si spostarono su una specie ancor più lontana dall'uomo: il koala. A dispetto delle evidenti distanze evolutive, anche i koala mostravano impronte digitali straordinariamente simili a quelle degli esseri umani. Questa caratteristica è un classico esempio di evoluzione convergente, ovvero il processo attraverso il quale specie non strettamente imparentate sviluppano tratti simili come risposta a esigenze ambientali analoghe.

Altri esempi di evoluzione convergente includono la struttura ossea delle ali di uccelli e pipistrelli, sviluppatesi indipendentemente per consentire il volo. Nel caso delle impronte digitali, si pensa che svolgano due funzioni principali: migliorare la presa su superfici irregolari, come rami e tronchi, e aumentare la sensibilità tattile, permettendo di percepire con maggiore precisione texture e forme.

Ma detto questo: lo sapevate le non esistono impronte digitali uniche al mondo?

FONTE: mcgill

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi