Kuo: il Face ID potrebbe essere presente in tutti gli iPhone del 2018

di

L’analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo ha pubblicato un nuovo rapporto per gli investitori in cui fa il punto sull’ecosistema Apple, e nella fattispecie sul Face ID, ovvero lo scanner per il riconoscimento facciale che, secondo lo stesso, potrebbe diventare uno standard già dal prossimo anno.

Kuo infatti ritiene che già dagli iPhone che la società lancerà nel 2018 il riconoscimento facciale potrebbe diventare uno standard, ma una decisione ancora non è stata presa in quanto, il tutto dipenderà da alcuni fattori chiave quali:

  • l’esperienza che gli utenti iPhone X avranno con il Face ID;
  • I problemi tecnici riguardanti la possibile integrazione del Touch ID sotto il display;

A tal proposito, l’analista sostiene che “Apple sostituirà il Touch ID attualmente presente sotto al pulsante Home con una soluzione da integrare sotto il display, in modo tale anche da aumentare il rapporto screen-to-body”.

La cosa certa, secondo lo stesso, è che tutti gli smartphone targati Apple e lanciati nel 2018 potrebbero includere la fotocamera TrueDepth ed il Face ID.

Un altro punto focale del rapporto è rappresentato dal 3D Touch, che potrebbe diventare più difficile da integrare, il tutto perchè “il modulo 3D di un iPhone rende l’intero modulo del pannello ancora più spesso, e potrebbe compromettere le prestazioni di un eventuale chip per le impronte digitali integrato sotto lo schermo. Se il Face ID non impressionerà i consumatori, Apple potrebbe focalizzarsi sullo sviluppo di una soluzione in-display, ma il problema tecnico di cui sopra dovrà comunque essere superato”.

Kuo ritiene anche che i concorrenti di Apple Android nel corso dei prossimi mesi accelereranno lo sviluppo delle loro soluzioni per il riconoscimento facciale.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
1