L'AGCOM sanziona i tre principali operatori italiani: 1,5 milioni di Euro di multa

di

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato i tre principali operatori telefonici italiani (Wind, Vodafone e Telecom Italia) per un totale di 1,5 milioni di Euro. Nel comunicato stampa diffuso sul sito web ufficiale dell'AGCOM, si legge che alla base di tutto ci sarebbero le pratice commerciali (giudicate scorrette) adottate in occasione della trasformazione dei servizi “Lo Sai”, “Chiamaora”, “Chiamami” e “Recall” da gratuiti a pagamento.

Secondo l'Antitrust, infatti, le tre parti avrebbero continuato a mantenere attivi i servizi anche sulle SIM vendute prima del 14 Giugno 2014, obbligando di fatto gli utenti a sottoscrivere un consenso di pagamento ed ad usufruire di un servizio non richiesto.
Ecco che quindi il garante ha intimato il pagamento di 400 mila Euro a Telecom, 500 mila Euro a Vodafone (più 150 mila Euro per aver violato alcune direttive europee) e 250 mila Euro a Wind a causa del servizio “Service Card”.
Tutte e tre le pratiche sono state definite “aggressive” e “scorrette”, ma l'indagine è destinata a continuare in quanto si legge che tutti e tre gli operatori sono coinvolti in altrettanti procedimenti relativi alla distribuzione degli elenchi telefonici cartacei senza chiedere il consenso agli abbonati ed attribuendo loro un addebito non richiesto.
Nel comunicato stampa, visualizzabile tramite questo indirizzo, si possono trovare i provvedimenti completi. 

Quanto è interessante?
0