L'allarme degli scienziati: gli oceani stanno rapidamente perdendo ossigeno

di
Gli scienziati del Centro Nazionale per la Ricerca Atmosferica degli Stati Uniti hanno lanciato un allarme inquietante. A quanto pare i cambiamenti climatici e di vento che hanno causato il riscaldamento globale, che ha avuto un impatto anche sulle temperature delle acque superficiali, starebbero facendo perdere ossigeno agli oceani.

Un campanello d'allarme importante, dal momento che il minor assorbimento di ossigeno da parte degli oceani potrebbe provocare la morte dei pesci e di tutte le specie marine. In alcuni settori, le così dette zone morte, visualizzabili attraverso la cartina presente in calce, i pesci non hanno abbastanza ossigeno e muoiono.
L'acqua fredda assorbe e trattiene più ossigeno dell'acqua calda, e se la situazione non dovesse cambiare entro il 2030 la natura potrebbe non essere più in grado di ricostruire le perdite. In uno studio pubblicato su alcuni giornali specializzati, il Centro afferma che la deossigenazione può essere già vista in alcune parti del Pacifico, ecco perchè i ricercatori stanno invitando i capi di stato a prendere tutte le misure necessarie per frenare gli attuali livelli di emissioni CO2, dal momento che il danno agli ecosistemi marini potrebbe essere già irreversibile.
L'utilizzo delle auto elettriche assume sempre più un ruolo fondamentale per il raggiungimento di tale obiettivo, ed a capo di questo movimento non può non esserci Tesla, che sta guidando la lenta transazione verso il nuovo tipo di vetture.
Anche i giganti del settore tecnologico, come Google ed Apple, si stanno muovendo per costruire prodotti e data center ad impatto zero sull'ambiente. Apple è sicuramente la più attiva su questo fronte, basti pensare che l'obiettivo prefissato dalla compagnia di Cupertino è di avere tra qualche anno tutti data center alimentati da energie rinnovabili, e di recente ha anche sponsorizzato sull'App Store la Giornata Mondiale della Terra. In un mondo che si muove sempre più verso il settore tecnologico, i giganti di questo mercato devono avere un ruolo importante per ridurre quanto più possibile le emissioni.

FONTE: VoaNews
Quanto è interessante?
0
L'allarme degli scienziati: gli oceani stanno rapidamente perdendo ossigeno