L'ESA lancia con successo il settimo satellite Sentinel per osservare la terra

di

Sentinel-3B è stato lanciato in un'orbita bassa per raggiungere il suo gemello Sentinel-3A ed osservare la terra dall'alto. I satelliti fanno parte del progetto Copernicus di osservazione del nostro pianeta più grande mai avviato, merito dell'agenzia spaziale europea ESA che con quest'ultimo Sentinel aumenta la copertura del globo.

Sentinel-3B è un gigantesco dispositivo tecnologico di che pesa più di 1000 kg, portato in orbita bassa da Plesetsk in Russia il 25 aprile, così come era già stato anticipato nei giorni precedenti dall'ESA. In queste ore gli scienziati stanno effettuando gli ultimi test per calibrare la strumentazione del satellite, così che possa cominciare a fornire dati non solo alla comunità scientifica, ma a tutto il pubblico interessato: infatti il progetto Copernicus ha l'obiettivo di fornire i dati gratuitamente a chiunque.

L'idea dell'unione europea è fornire i dati proveniente dalla famiglia di satelliti facenti parte del progetto Copernicus per creare posti di lavoro e favorire lo sviluppo di aziende specifiche. Si parla di tutte quelle realtà che possono usufruire del progetto di osservazione delle terra per monitorare i raccolti stagionali o l'inquinamento delle acque per la pesca, le condizioni metereologiche, il traffico aereo nei pressi di un'aereoporto o anche una catastrofe naturale (incendi, terremoti, e via dicendo).

Attualmente i satelliti in orbita sono Sentinel-5P, Sentinel-1A e 1B, Sentinel-2A e 2B, Sentinel-3A e il nuovo Sentinel-3B appena arrivato è il settimo. In fondo alla news potete visionare il video del lancio e una ricostruzione di come i satelliti Sentinel-3 scannerizzano l'atmosfera e la superficie terrestre.

Per altre informazioni sulle missioni dell'ESA vi rimandiamo alla news sul lancio di ExoMars.

FONTE: ESA
Quanto è interessante?
6
L'ESA lancia con successo il settimo satellite Sentinel per osservare la terra