L'esperimento: le persone non cancellano i dati quando vendono PC o smartphone?

L'esperimento: le persone non cancellano i dati quando vendono PC o smartphone?
di

Un esperto di sicurezza informatica ha provato a capire che misure di precauzione prendano in genere le persone che decidono di rivendere i loro computer o smartphone- Vale a dire, i device su cui, per anni, hanno caricato tutta la loro vita. Così ha acquistato un bel po' di hardware usati per verificarlo in prima persona.

Con solo 600$ Josh Frantz, senior security consultant per Rapid7, si è portato a casa 41 vecchi desktop e portatili, 27 tra chiavette USB, microSD e hardisk, e 6 smartphone. Josh Frantz voleva capire se la gente che vendeva la propria roba avesse almeno la premura di cancellarne il contenuto. Stiamo parlando di device dove in genere si inseriscono informazioni personalissime, e che si usano anche per i pagamenti online o per gli adempimenti fiscali.

È venuto fuori che buona parte degli apparecchi —ottenuti andando in rivenditori per l'usato o banchi dei pegni— erano completamente infarciti di dati personali, una vera e propria miniera per i truffatori che campano grazie ai furti d'identità.

Frantz ha usato un OCR, un software in grado di riconoscere e classificare i file testuali, per cercare alcune informazioni precise: numeri di social security, date di nascita, carte di credito, e altri dati sensibili. Ha trovato 41 numeri di previdenza sociale, 50 date di nascita, 611 indirizzi email, 19 numeri di carte di credito, due numeri identificativi di passaporti, e sei targhe.

Frantz ha anche messo le mani su 200mila immagini, 150mila email e 3.400 documenti.

Il consulente ha detto ad ogni modo che non è necessario fare come ha fatto lui: se decidesse di vendere tutte queste informazioni non riuscirebbe a rientrare dei 600$ spesi. Il costo economico dell'operazione è l'unica cosa che scoraggia i truffatori dal battere a tappeto questi negozi dell'usato. Hanno strumenti molto più sofisticati per ottenere risultati molto migliori, prova ne è che acquistare le informazioni di un'altra persona ha costi irrisori, e #Collection1 lo testimonia benissimo.

Se temi per i tuoi dati, puoi leggere la nostra guida su come proteggere l'account Amazon da frodi e furto d'identità.

FONTE: Gizmodo
Quanto è interessante?
5