L'IA di Facebook è in grado di aprire gli occhi chiusi nei selfie

di

Facebook mira ad aprire gli occhi agli utenti. Letteralmente. Il colosso dei social network, infatti, mira ad utilizzare l'intelligenza artificiale per correggere le fotografie in cui gli utenti sono ritratti con gli occhi chiusi, probabilmente a causa di un battito di ciglia accidentale.

A riferirlo un documento di ricerca pubblicato sul web, in cui una coppia di ingegneri di Facebook descrive un nuovo metodo che utilizza l'apprendimento automatico per ritoccare gli occhi chiusi nelle fotografie. Si tratta di una tecnologia ancora nelle fasi preliminari, attualmente in fase di test, ma estremamente interessante in quanto come notato di ricercatori, attualmente sono presenti sul mercato un sacco di strumenti di fotoritocco che consentono di rimuovere gli occhi rossi o che correggono le imperfezioni, ma nessuna è in grado di correggere il problema degli occhi chiusi.

Il sistema funziona utilizzando un metodo di deep learning automatico chiamato GAN (Generative Adversarial Network), vale a dire una tecnica che genera immagini e che è già stata usata per creare i filmati deep fakes, disegnare abiti e correggere in tempo reale i video. Il primo step del processo è capire come sono gli occhi aperti degli utenti, dopo di che identifica la fotografia in cui è venuto con gli occhi chiusi e corregge l'imperfezione andando ad "applicare" gli occhi.

E' chiaro che si tratta di una tecnologia da utilizzare con le pinze, ma secondo i ricercatori è destinata a diventare sempre più comune in quanto saranno molti i servizi che la offriranno. La speranza però è che Facebook riesca ad evitare la falsificazione di prove visive.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4

Alla ricerca di consigli di stile? Acquista The Blond Salad su Amazon, il libro della fashion blogger più popolare e apprezzata.

L'IA di Facebook è in grado di aprire gli occhi chiusi nei selfie