di

L'intelligenza artificiale di Google, DeepMind, continua a stupire. Dopo aver imparato a giocare ad alcuni giochi targati Atari, infatti, ora i ricercatori avrebbero insegnato all'IA a giocare ad una versione modificata di Quake III Arena, proprio come gli esseri umani.

Nella fattispecie, il team si è concentrato su una modalità di cattura la bandiera, in cui la mappa cambia di partita in partita. L'IA ha dovuto imparare le strategie generali per essere in grado di adattarsi ad ogni nuova mappa, cosa che gli umani fanno con estrema facilità. Ma non è tutto, perchè l'intelligenza artificiale ha anche imparato a collaborare con i membri del team e competere con la squadra avversaria, oltre che adattarsi ai diversi stili di gioco dei nemici.

"I nostri agenti devono imparare da zero come vedere, agire, cooperare e competere in ambienti invisibili, tutto partendo da un singolo segnale a partita" hanno scritto i ricercatori in un post pubblicato sul blog.

Google ha addestrato una serie di agenti basati sull'IA a giocare a Quale III Arena, proprio fanno gli esseri umani. Ogni singolo agente è mosso da un segnale di ricompensa interno, che li rafforza per spingerli a raggiungere gli obiettivi, come appunto catturare la bandiera. Durante le partite questi giocano anche con gli esseri umani, e stanno migliorando anche la memoria, allo scopo di restare coerenti con i loro comportamenti. Secondo molti, l'IA sarebbe risultata essere molto più collaborativa delle persone.

Gli agenti hanno anche imparato a seguire i compagni di squadra ed accamparsi nelle basi nemiche.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
5
L'IA di Google, DeepMind, sta giocando a Quake III Arena