L'industria del videogioco è in ottima salute

di

Almeno quella americana. Stando ad uno studio economico commissionato dall'ESA (Entertainment Software Association), non soltanto il mondo del videogioco cresce ad un ritmo spropositato rispetto alla media nazionale degli Stati Uniti (il 17% annuo rispetto al 4% dell'economia americana), ma lo stipendio medio dei 24.000 impiegati nell'industria del videogioco ammonterebbe alla faraonica cifra di 92.300 dollari annui.
Lo studio mostra come la maggior concentrazione di programmatori risieda in California (quasi il 40%), contribuendo all'economia dello stato nella misura di 1.7 miliardi di dollari all'anno. Al secondo posto lo stato di Washington, sede tra l'altro di Microsoft e di Nintendo America. Sarà venuto il momento di sfatare il mito dei programmatori squattrinati, o di escludere da queste statistiche dirigenti, addetti al marketing e alla comunicazione?

Quanto è interessante?
0

Altri contenuti per ESA: Enthusiast System Architetture