L'ONU: "le AI potrebbero destabilizzare il mondo con disoccupazione e guerre"

di

Non tutti la pensano come il responsabile delle AI di Google, Giannandrea, che di recente aveva sostenuto che preoccuparsi per le AI fosse stupido. Le Nazioni Unite hanno, infatti, inaugurato un centro focalizzato su AI e robotica per tenere sotto d'occhio le possibili tragiche conseguenze di queste tecnologie. "Rischio guerre e disoccupazione".

Il Centre for Artificial Intelligence and Robotics avrà il suo quartier generale all'Aia e si occuperà di osservare, studiare e produrre documentazione su questi due particolari aspetti del progresso tecnologico. Dall'ONU non arriva, tuttavia, solo un messaggio di paura e diffidenza, sia chiaro, anzi, al The Guardian Irakli Beridze, senior strategic adviser del UNICRI, ha detto che il Dipartimento si occuperà anche di studiare come le AI e la robotizzazione possano aiutare l'ONU a raggiungere i suoi obiettivi.

Insomma, un osservatorio a 360 gradi. "Se la società non si adatta in tempi sufficientemente rapidi, questo potrebbe creare instabilità", ha spiegato Beridze questa volta al quotidiano tedesco de Telegraaf. "Uno dei nostri compiti più importanti sarà quello di organizzare un network di esperti provenienti dal mondo degli affari, della ricerca, dalle organizzazioni della società civile e dalle istituzioni governative. Non appoggiamo in alcun modo un divieto di queste tecnologie. Ci occuperemo, infatti, anche di come queste possano aiutare gli obiettivi che le nazioni unite si sono dati. Avvieremo dei progetti concreti. Non saremo un Club di discussione".

Quanto è interessante?
5