L'Unione Europea cancella il roaming: stop dal 15 Giugno 2017

di

Svolta storica per l'Unione Europea ed i consumatori di servizi legati alla telefonia mobile. L'organo del Vecchio Continente ha infatti stabilito che dal 15 Giugno 2017 gli utenti non dovranno più pagare le spese di roaming all'interno dell'Europa, in anticipo rispetto alla deadline originale prevista per il 2018.

L'annuncio è arrivato da parte del presidente di turno, il quale ha rivelato di aver raggiunto un accordo preliminare dopo una maratona di negoziati con il Parlamento Europeo. Il vice presidente della Commissione Europea si è detto felice per aver accolto le richieste dei cittadini, che non pagheranno più alcun sovraccosto per accedere ad internet, ed ha definito l'accordo “essenziale per i consumatori e le imprese”.
L'accordo prevede anche l'introduzione di una clausola definita “di uso equo” che ha lo scopo di prevenire eventuali abusi da parte degli utenti, ma permetterà anche agli operatori di recuperare i costi sostenuto. L'abolizione dei sovraccosti scatterà il 30 Giugno 2017, ma sarà preceduta, un mese prima, dall'introduzione di un sovraccosto massimo di 0,05 Euro al minuto per le chiamate, 0,02 Euro per gli Sms e 0,05 per ogni megabyte di dati trasferito.
Grazie all'intesa raggiunta nella nottata, gli operatori saranno obbligati a trattare in modo equo tutto il traffico web e dovranno rallentare la connessione solo in casi limitati (in caso di attacchi o congestionamenti), e potranno raggiungere accordi particolari per servizi speciali come le auto connesse o legate al mondo della medicina. 

Quanto è interessante?
0