L'Unione Europea ed il Regno Unito preparano un giro di vite sul Bitcoin

di
Secondo quanto riportato dal popolare quotidiano d'Oltremanica, The Guardian, il Regno Unito ed altri governi dell'Unione Europea si starebbero preparando ad un giro di vite sul Bitcoin, a causa delle crescenti preoccupazioni sull'utilizzo della popolare criptovaluta per il riciclaggio di denaro e l'evasione fiscale.

Il Tesoro del Regno Unito, starebbe pensando di regolamentare il Bitcoin e le altre criptovalute per portarle in linea con le norme d'anti-riciclaggio e la legislazione finanziaria sull'antiterrorismo. Coloro che le useranno, infatti, saranno costretti a rivelare la loro identità, terminando di fatto quell'alone di anonimato che ha reso la moneta attraente anche per gli spacciatori di droga e coloro che effettuano attività illegali.

Secondo il piano, in tutta l'Unione Europea, le piattaforme online in cui vi è la compravendita di Bitcoin saranno tenute a segnalare agli organi sovranazionali le operazioni sospette, in base alle nuove regole che probabilmente entreranno in vigore già a partire dal prossimo anno.

L'allarme era stato lanciato dai dirigenti di Goldman Sachs e JP Morgan, i quali hanno rivelato nelle scorse settimane che il Bitcoin viene utilizzato per commettere frodi ed altri crimini. Il vice governatore della Banca d'Inghilterra, la settimana scorsa ha affermato che la moneta digitale era troppo insignificante per costituire una minaccia per l'economia globale.

Nonostante ciò, però, la moneta ha sfondato quota 11.000 Dollari di valore, nonostante il brusco calo e le dichiarazioni dei capi della Banca Centrale Europea.