La Cina protegge Huawei, "accuse senza senso e immorali"

La Cina protegge Huawei, 'accuse senza senso e immorali'
di

La Cina torna a parlare del caso Huawei, e delle iniziative promosse da alcuni Stati per escludere l'azienda dai bandi per la rete 5G. Il Ministro degli Esteri in visita a Bruxelles ha parlato di azioni immorali e anomale. Il Ministro ha poi invitato i Paesi europei ad essere indipendenti.

"La Cina spera che tutti i Paesi creino un ambiente giusto e equo per tutti. Ci opponiamo ad accuse senza fondamento motivate da ragioni politiche, e tentativi di affossare una compagnia straniera. Pensiamo che tali pratiche siano anormale, immorali e non abbiano sostegno da parte degli altri Paesi", questa la dichiarazione del Ministro Wang Yi, interpellato sul caso Huawei-5G durante una conferenza stampa a Bruxelles.

In passato sono stati riportati diversi tentativi da parte degli USA per assicurarsi che i partner europei decidano di escludere Huawei dai bandi per il 5G. In Italia sappiamo che i contatti da parte dell'America avrebbero anche raggiunto il CEO di una importante azienda delle telecomunicazioni. Così Wang Yi ha anche esortato i Paesi membri dell'UE ad agire in modo indipendente, vale a dire: ad ignorare i moniti degli USA sui pericoli per la sicurezza rappresentati da Huawei. "Crediamo che i Paesi europei saranno indipendenti nel fare le loro scelte", ha dichiarato Yi.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
2