La Cina risponde alle accuse di spionaggio industriale

di

Recentemente gli Stati Uniti hanno accusato il governo cinese di alcuni attacchi hacker ai danni di satelliti americani e di rubare segreti di tecnologia indutriale. In particolare ieri è anche uscito un rapporto dell'intelligence statunitense nel quale si dice che la Cina è il principale e il più aggressivo osservatore della tecnologia sviluppata in USA con furti anche di formule chimiche, nuovi apparecchi elettronici e progetti che riguardano i trasporti pubblici e privati.

Oggi un portavoce del ministero degli esteri cinese ha negato qualsiasi coinvolgimento nello spionaggio industriale ed ha chiamato questi attacchi irresponsabili, almeno senza delle prove forti a supporto delle dichiarazioni americane. Effettivamente il rapporto americano cita la difficoltà di ricollegare attacchi hacker e fughe di segreti tecnologici ad un responsabile particolare ma dice anche che in ogni caso i principali responsabili del fenomeno sembrerebbero essere i sempre crescenti legami tra il business americano e le aziende cinesi e lo sviluppo della tecnologia mobile che facilita comunicazioni non intercettabili e istantanee.

Quanto è interessante?
0