La Francia porta Google ed Apple in tribunale per pratiche scorrette

di

Il Ministro dell'Economia Francese, Bruno Le Maire, in una dichiarazione pubblica ha annunciato che la Repubblica transalpina ha intenzione di citare in giudizio Google ed Apple, due dei principali giganti della Silicon Valley, per "pratiche commerciali sleali", allo scopo di verificare eventuali scorrettezze nella nazione.

Il titolare dell'importante dicastero, inoltre, ha anche aggiunto che la sanzione, nel caso in cui i commissari dovessero appurare l'esistenza di tali pratiche scorrette, potrebbe ammontare complessivamente a "diversi milioni di Euro", senza però specificare alcuna cifra.

"Io credo in un'economia fondata sulla giustizia, ed a tal proposito porterò Google ed Apple davanti al tribunale di Parigi per pratiche commerciali sleali" ha affermato Le Maire ai microfoni di RTL, una radio che lo stava intervistando.

Ma quali sono i motivi per cui la Francia ha deciso di iniziare questa battaglia legale contro i due giganti della Silicon Valley?

A spiegarlo ci ha pensato lo stesso ministro, che sempre durante l'intervista ha affermato che "quando gli sviluppatori vogliono vendere le loro applicazioni a Google o Apple, sono tassati. Google ed Apple, dal canto loro, recuperano i dati e possono modificare unilateralmente i contratti con gli sviluppatori, il che è inaccettabile".

Il ministro ha lasciato intendere che l'esecutivo potrebbe anche prendere di mira anche altre società, come Amazon e Facebook su cui, però, almeno ad oggi, non è stato aperto alcun procedimento.

Quanto è interessante?
4