La Galassia NGC 3319 potrebbe ospitare un buco nero di massa intermedia

La Galassia NGC 3319 potrebbe ospitare un buco nero di massa intermedia
di

Sono state segnalate due nuove scoperte riguardanti la regione centrale di una galassia vicina, nota come NGC 3319. I ricercatori hanno scoperto un oggetto "candidato" buco nero di massa intermedia che risiederebbe al centro di questa galassia. Ecco le immagini raccolte dagli Astrofisici.

Quando si parla di "masse intermedie", si fa riferimento ad un intervallo di valori di masse che vanno da 100 a 1.000.000 di masse solari. Questa tipologia di buchi neri potrebbe colmare il gap che sussiste tra i buchi neri di massa stellare ed i buchi neri supermassicci. Dato che l'origine dei supermassicci rimane un mistero, potrebbe essere utile conoscere i suoi "fratelli minori", poiché si pensa che i buchi neri più massicci siano evoluzioni di quelli molto più piccoli.

Se ne conoscono alcuni, e sebbene l'elenco di questi candidati contenga centinaia di oggetti e venga costantemente aggiornato con nuove scoperte, nessuno di essi è stato ancora confermato definitivamente. Tali buchi neri sono generalmente difficili da trovare a causa del fatto che la loro influenza gravitazionale è troppo debole per essere rilevata agevolmente. Come si procede quindi? Uno dei metodi usati dagli astronomi per identificare i candidati di massa intermedia è quello di cercare tra i nuclei galattici attivi (AGN, reso sicuramente meglio in inglese come "dwarf active galactic nuclei").

Un gruppo di ricercatori guidato da Ning Jiang dell'Università di Scienza e Tecnologia della Cina, ha condotto una ricerca sugli AGN analizzando i dati forniti da osservatori spaziali come l'osservatorio a raggi X Chandra della NASA e l'acclamatissimo Hubble Space Telescope della NASA / ESA. Lo studio ha portato alla scoperta di un promettente candidato nella vicina galassia NGC 3319, a circa 47 milioni di anni luce di distanza. Dunque "vicina" è sempre usato con attenzione.

"Segnaliamo la scoperta di un candidato di un buco nero di massa intermedia (IMBH) attivo nel centro della galassia barrata NGC 3319. La sorgente di raggi X rilevata dalle osservazioni di archivio Chandra e XMM-Newton è spazialmente coincidente con l'ottica e i nuclei galattici UV dalle osservazioni del telescopio spaziale Hubble", ha scritto il team nel documento.

Secondo lo studio, il buco nero nel centro di NGC 3319 ha una luminosità bolometrica (ovvero la sua luminosità assoluta ma espressa nella scala della magnitudine) relativamente bassa, di circa 36x1039 erg/se una massa stimata tra 300 e 300.000 masse solari. Questi valori hanno permesso ai ricercatori di classificare inizialmente il buco nero come un debole candidato "intermedio".

Gli astronomi hanno sottolineato l'importanza della loro scoperta: "Il buco nero in NGC 3319 è un IMBH unico in termini di distanza ravvicinata, bassa luminosità, alto tasso di accrescimento. Ulteriori osservazioni saranno altamente incoraggiate per ottenere un quadro più preciso".

FONTE: phys
Quanto è interessante?
8

Acquista il puzzle 3D della Stazione Spaziale Internazionale su Amazon.it e divertiti a costruire il modellino della ISS!

La Galassia NGC 3319 potrebbe ospitare un buco nero di massa intermedia