La missione ESA verso Mercurio è partita. BepiColombo è nello spazio.

La missione ESA verso Mercurio è partita. BepiColombo è nello spazio.
di

Mercurio, il pianeta più vicino al Sole nonché il più piccolo del sistema solare, è un territorio roccioso ancora poco esplorato. Stanotte l'agenzia spaziale europea ESA e quella giapponese JAXA hanno lanciato il satellite artificiale BepiColombo verso il piccolo pianeta roccioso ed il lancio è avvenuto con successo.

BepiColombo è nello spazio e sta per affrontare 7 lunghi anni di viaggio per giungere su Mercurio. La missione è estremamente ambizione e complessa e la sua difficoltà deriva dall'estrema vicinanza al Sole che esercita una forza gravitazionale molto intensa (la forza gravitazionale esercitata da un corpo su un altro corpo aumenta all'aumentare della vicinanza tra i due corpi). Come mostrato nel video in calce alla news, BepiColombo affronterà nove voli interplanetari per un totale di nove miliardi di chilometri prima di arrivare su Mercurio.

Questa è la prima missione europea (e anche giapponese) verso mercurio, nonché la terza dopo le prime due della NASA (Mariner 10 e MESSENGER). L'orbiter è composto da diverse parti che si distaccheranno una volta arrivate su Mercurio con la giusta velocità. Il Mercury Transfer Module (MTM) ha il compito di affrontare il viaggio e portare altri due moduli sul pianeta: l Mercury Planet Orbiter (MPO) dell'ESA e il Mercury Magnetospheric Orbiter (MMO) della JAXA. L'immagine nel prossimo link mostra i diversi moduli di cui è costituito BepiColombo. Invece, la ricostruizione in calce alla news mostra le orbite dei due moduli ESA e JAXA attorno a Mercurio.

Il razzo Ariane 5 è partito stanotte dallo spazioporto europeo di Kourou in Guyana Francese. Andrea Accomazzo, che lavora per la missione BepiColombo, ha descritto l'intero progetto come "una delle missioni interplanetarie più complesse che abbiamo mai lanciato. Una delle sfide più grandi è l'enorme gravità del Sole, che rende difficile posizionare una navicella spaziale in un'orbita stabile attorno a Mercurio. Dobbiamo costantemente frenare per assicurarci di controllare la caduta verso il Sole".

L'obiettivo della missione è lo studio di Mercurio, come ad esempio la sua composizione, la densità, il campo magnetico, lasua atmosfera e dell'interazione tra il pianeta e il Sole. Il video del lancio è disponibile accedendo a questo link.

FONTE: esa
Quanto è interessante?
7
La missione ESA verso Mercurio è partita. BepiColombo è nello spazio.