La missione di Kepler ci ha fatto scoprire oltre 100 nuovi pianeti extrasolari

di

La missione K2 della NASA ha fornito una seconda possibilità al telescopio Kepler per fare nuove scoperte nello spazio. Gli sforzi per "salvare" Kepler dopo un malfunzionamento risalente al 2013 hanno recentemente dato i loro frutti, dato che la missione ha confermato l'esistenza di oltre 100 nuovi pianeti extrasolari.

Ciò porta il numero totale di esopianeti trovati dalla missione K2 a quasi 300. Questi risultati sono stati pubblicati su Astronomical Journal. "Abbiamo iniziato analizzando 275 candidati, di cui 149 sono stati convalidati come esopianeti reali", ha detto Andrew Mayo, studente del National Space Institute (DTU Space) presso l'Università Tecnica della Danimarca.

Stando a quanto dichiarato da Mayo, il team è stato in grado di trovare pianeti di dimensioni diverse, partendo da alcuni più piccoli della Terra ad altri dalle dimensioni di Giove e anche molto più grandi. Questi incredibili risultati non sono stati facili, in quanto può essere difficile distinguere tra i segnali provenienti dagli esopianeti e quelli che non lo sono. Insomma, non si trattava di un risultato scontato. Finora, sia le missioni che coinvolgono Kepler hanno scoperto oltre 5.100 candidati esopianeti, che gli scienziati stanno attualmente analizzando.

Quindi, che cosa potrebbe significare la scoperta di questi nuovi esopianeti? Secondo Mayo: "Man mano che vengono scoperti altri pianeti, gli astronomi svilupperanno un'immagine molto migliore della natura degli esopianeti, che a sua volta ci permetterà di collocare il nostro sistema solare in un contesto galattico".

FONTE: Futurism
Quanto è interessante?
7
La missione di Kepler ci ha fatto scoprire oltre 100 nuovi pianeti extrasolari