La Nasa celebra la sonda Cassini con una fotografia mozzafiato di Saturno

di
È un’immagine molto simbolica che ricorderà la straordinaria missione di Cassini, la sonda che rimase attorno a Saturno per oltre un decennio.

La sonda Cassini ha svolto 20 anni di onorato servizio, ha scattato per anni fotografie meravigliose che hanno dato la possibilità a fisici e ingegneri della Nasa di studiare e analizzare meglio Saturno. Cassini alcuni mesi fa si è disintegrata, precipitando all'interno di Saturno, dopo averlo studiato e fotografato per ben 13 anni. Poco prima di precipitare all'interno di Saturno, la sonda Cassini dell'Agenzia Spaziale Europea e della NASA ha realizzato una serie di immagini che sono state assemblate in questi giorni e che hanno permesso di ottenere un'immagine simbolica, mozzafiato e rappresentativa di quel che è stata la missione.

Il 13 Settembre la macchina fotografica grandangolare della sonda ha acquisito 42 immagini dell'intero pianeta, dei suoi principali anelli e di alcuni satelliti: Prometeo, Pandora, Janus, Mimas ed Encelado. Le immagini poi sono state assemblate in un mosaico che mostra Saturno nei suoi colori naturali. Robert West, responsabile delle immagini del gruppo di scienziati di Cassini al Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena ha detto: "Quel che ci ha dato Cassini è davvero unico è spettacolare: dall'analisi delle più piccole particelle che costituiscono gli anelli, ai nuovi paesaggi di Titano ed Encelado, fino alle scoperte realizzate sul pianeta stesso". Elizabeth Turtle, del gruppo di lavoro di West ha aggiunto: "È stato molto difficile dire addio alla sonda in quanto ci eravamo abituati a ricevere quotidianamente immagini e informazioni provenienti dal sistema di Saturno e ogni volta c'era realmente qualcosa di nuovo da imparare".

Per chi avesse saltato le tappe più importanti del viaggio di Cassini, vi consigliamo la lettura del suo ultimo bacio a Titano, della scoperta dell'oceano di acqua sotto la crosta ghiacciata di Encelado, della particolare illusione ottica generata sui suoi anelli, la decisione della NASA di distruggere la sonda, un piccolo riassunto delle scoperte più rilevanti e i suoi ultimi istanti di vita.

Nota bene: Nell'immagine la luminosità è stata aumentata, per mettere in risalto anche le caratteristiche meno luminose, e la luce delle lune è stata ulteriormente amplificata per renderle più facilmente individuabili. L'immagine è presa dalla parte in cui gli anelli sono illuminati dal Sole a un'altezza di circa 15° sul piano degli anelli. La sonda si trovava a circa 1,1 milioni di chilometri da Saturno. La definizione è di circa 67 chilometri per pixel, mentre la definizione delle lune va dai 59 agli 80 chilometri per pixel.

FONTE: Nasa
Quanto è interessante?
9
Spazio Spazio