La Polizia Britannica ancora non sa chi c'è dietro l'attacco coi droni di Londra Gatwick

La Polizia Britannica ancora non sa chi c'è dietro l'attacco coi droni di Londra Gatwick
di

Nei giorni precedenti al Natale ha tenuto banco l'attacco con i droni effettuato all'aeroporto Londra Gatwick e che ha bloccato l'hub per quasi quarantotto ore.

A qualche settimana di distanza, ancora non è nota la matrice dell'attacco. La Polizia Britannica del Sussex, nel corso di un'intervista tenuto da alcuni esponenti nel fine settimana ha fatto sapere di aver perquisito oltre due dozzine di potenziali siti di lancio, ma ancora non è riuscita a capire da dove questi siano stati lanciati.

Gawtick si trova a sud di Londra ed è il secondo più trafficato del Regno Unito, con circa 43 milioni di passeggeri all'anno.

Giles York, il capo della polizia del Sussex, ha affermato a Sky News che "è stato accertato che l'incidente, che ha portato ad un'interruzione generalizzata dei viaggi, è stato casato da numerosi casi di attività illegali di droni sul sito tra il 19 ed il 21 Dicembre. La Polizia, supportata da una serie di agenzie e lavorando a stretto contratto con l'aeroporto di Gatwick, sta esaminando le testimonianze da 115 testimoni, di cui 93 sono ritenuti credibili in quanto persone abituate a lavorare nell'aeroporto, tra cui piloti, personale ed agenti di polizia. Questo ci ha permesso di ottenere ulteriori informazioni a seguito di un appello pubblico lanciato e che ha portato ad oltre 1.000 interrogatori".

La Polizia ha anche effettuato un paio di arresti, ma è stata costretta a rilasciare i sospettati in quanto non responsabili.

Nell'Aeroporto intanto è stato attivato un sistema militare per prevenire questo tipo di interruzioni.

FONTE: BGR
Quanto è interessante?
5